Sabato, 25 Maggio 2019
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

azzalin“La bolla propagandistica di Zaia si sta sgonfiando; l’ultimo colpo è arrivato dal premier Conte: tempi lunghi, parlamento coinvolto e niente 9/10 di tasse trattenuti, sul modello di Trento e Bolzano. È una sconfitta assoluta per il governatore e la Lega che avevano promesso mari e monti nella loro martellante campagna referendaria. Il volere tutto o niente, invece, sta portando a un pugno di mosche. Ricordiamo i 16 milioni spesi per una consultazione che era inutile un anno e mezzo fa e appare ancor più inutile adesso”.

Le parole sono del consigliere regionale del Partito Democratico, Graziano Azzalin, che commenta così “l’intervento del Primo Ministro al ‘question time’ di oggi in Senato”. 

“È ormai scontato che dovranno passare almeno le Europee – osserva il consigliere Dem -  i Cinque Stelle non possono permettersi un altro cedimento nei confronti della Lega, dopo aver evitato il processo a Salvini, e l’autonomia è un boccone troppo grosso da far digerire a una considerevole fetta dei loro elettori”.

“In ogni caso, rispetto alla pre intesa firmata col Governo Gentiloni, nonostante le dichiarazioni ottimiste, non sono stati fatti passi in avanti significativi – sottolinea il consigliere dei Democratici -  Conte ha parlato infatti di ‘intensa e complessa attività istruttoria e di negoziazione, propedeutica alla redazione di un testo condiviso con le Regioni richiedenti’, segno che la strada da percorrere è ancora lunga”.

“Inoltre, è stato ribadito, per l’ennesima volta, che l’intesa ‘non farà in alcun modo riferimento ad indicatori collegati all’introito fiscale’ – osserva Azzalin – Addio, quindi, ai nove decimi di tasse trattenuti dalla Regione, come accade per le Province di Trento e Bolzano. Ma questo lo sapevamo già, qualcuno dovrebbe chiedere scusa ai veneti per averli presi in giro”.

“Comunque - conclude Graziano Azzalin - appurato che dall’autonomia non avremo un euro in più neanche per i boschi, Zaia riveda la sua ottusa posizione di non modificare il bilancio regionale, e stanzi risorse straordinarie per le foreste devastate dal maltempo”.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information