Login

Chi è on.line

Abbiamo 1266 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti

Statistiche server

Utenti registrati
45
Articoli
3224
Web Links
4
Visite agli articoli
7862249
LOGIN/REGISTRATI
Sabato, 25 Maggio 2019
ECCELLENZE TERRITORIALI...
...i tuoi acquisti sicuri

Astoria Wines

astoria
Clicca sull'immagine

A-   A   A+

Filter Feather 2SCRIVI E INVIA IL TUO ARTICOLO (ricorda che devi loggarti o registrarti)


1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0% (0 Votes)
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

alessandro ferlin lendinara municipio 1Italia in Comune, sezione di Lendinara, si trova costretta, suo malgrado, a rispondere ad Alessandro Ferlin che, nell’articolo pubblicato sabato 13 aprile su Rovigo Oggi, afferma fatti inesistenti: che sia obnubilato dalla smania di entrare nell’agone politico?

Ferlin, ex sindaco di Lendinara, in questi anni ci risulta essere stato molto impegnato

ad approvare l’aumento delle tariffe dell'acqua, nelle comode vesti di presidente di Polesine Acque, per poi, cedere la poltrona all’attuale gestore e restando praticamente senza stipendio, dopo aver tanto spinto per una fusione che crediamo sarà portatrice di ulteriori aumenti. Piove sempre  sul bagnato, ricordiamo pure l'aumento della bolletta se non domiciliata in banca, dopo che abbiamo già l'acqua più cara del nord Italia e abitiamo tra i due più grandi fiumi d'Italia. Per carità non sarà colpa del Ferlin, ma certo era nella stanza dei bottoni.

Oggi torna alla politica attiva, proponendo fini analisi politiche comprensibili solo a lui. Tra l’altro attribuire la spaccatura dei 5 stelle di Lendinara alla influenza di Viaro è una pura invenzione; la divisione con l’allora Movimento 5 Stelle avvenne due anni fa in occasione del referendum sull'autonomia del Veneto promosso dalla Lega,  che travolge la costituzione, è economicamente irrealizzabile e che è gestito dall’attuale gruppo al Governo in modo fallimentare.

Pertanto, Ferlin non può addossare questo merito a Luigi Viaro, attuale sindaco in corsa per la molto probabile riconferma, ma ci permette (questo suo voler tirare per la giacchetta) di far notare che Italia in Comune, con Pizzarotti come esempio tangibile,  preferisce sindaci che sanno operare per il bene della collettività con poche chiacchiere fantasiose e molti fatti ben visibili e che non si permettono, ad esempio, di spendere soldi della collettività per rotatorie e aiuole riempite di sassi, simbolo inequivocabile della sua scarsissima sensibilità umanistica (sensibilità verso il bello).

Parlando di cultura fu capace di ideare un “concorso internazionale” su Domenico Montagnana che, ovviamente, non riuscì a portare avanti.

L’unica cosa per cui sarà ricordato Ferlin, come maestro indiscusso nei suoi dieci anni di mandato, fu l’addormentamento dell’anima della città,  demerito più volte rimarcato durante il suo decennio anche da un noto Forum.

Quindi ci permettiamo di esortare il concittadino Ferlin di restringere il campo al suo ristretto ambito e di non tirare nessuno per la giacchetta. Crediamo che Viaro non abbia bisogno di ulteriore aiuto per vincere.

Web Agency coccinella piccola ARTE nel WEB Lendinara (RO) - Hosting - Customization - Developer


Il PolesineOnLine non usufruisce delle sovvenzioni economiche previste per l'Editoria - Leggi le "Note informative"

responsabilità importanti interventi attraverso Ecoambiente responsabile Civitanova Comunicato annunciato possibilità dichiarato capogruppo associazioni condizioni all'interno dipendenti democrazia lavoratori manifestazione amministrazione condannato intervento commissione Alessandro importante pubblicato Redazionale presentato maggioranza parlamentari ambientale situazione Napolitano QUOTIDIANO) consigliere Commissione elettorale Presidente carabinieri Parlamento Repubblica INFORMAZIONE territorio L'opinione REDAZIONALE Gazzettino RovigoOggi Berlusconi presidente Quotidiano

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookie impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Privacy Policy.

Io accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information